The imitation game: la macchina di Turing
22/01/2015

the imitation

di Gabriel Giannini

Può una macchina pensare come un essere umano? La risposta è no, ma la domanda è stupida. La domanda interessante è “Solo perché qualcosa non pensa al nostro stesso modo si può dire che non stia pensando?”
Ecco che Alan Turing, nel suo articolo “Computer machinery and Intelligence” (dal periodico “Mind”, 1950), riprendendo il “discorso sul metodo” di Cartesio espone il rivoluzionario concetto di intelligenza artificiale: una macchina in grado di pensare e di prendere decisioni razionali, ovvero la “macchina di Turing”.
Anche se in ambito informatico questa è un’utopia, è probabile che voi tutti stiate leggendo queste parole al di là di uno schermo luminoso – non è magia – quindi, nel caso, sapete chi ringraziare. (altro…)