Christopher Paolini: draghi al Mare (di libri)

di Gabriel Giannini

Nonostante il festival sia a giugno, Mare di Libri – organizzato dalla libreria Viale dei Ciliegi 17 e dalla Rizzoli – ha approfittato del tour in Italia del celebre autore di “Eragon” per far fare a Christopher Paolini una tappa a Rimini (Milano e Torino le sole altre città toccate).

Fan della saga, non preoccupatevi, perché la trilogia (che già è arrivata al quarto libro) non intende fermarsi! Paolini infatti ha parlato di un quinto libro e ha affermato che proprio durante la conferenza di Rimini ha avuto un’ispirazione importante per il quinto numero della saga.

Durante l’incontro, iniziato con un “ciao” che ha subito rotto il ghiaccio e ha scatenato un grande applauso, Paolini ha spiegato che una delle ragioni per cui la saga ha avuto tanto successo è l’ umanità dei personaggi. Trova infatti inverosimile il fatto che in molti racconti fantasy (ha preso a esempio “Il signore degli anelli”) ci sia una netta divisione tra buoni e cattivi, tra il bene e il male: se nasci orco rimani orco. Infatti nei suoi libri i personaggi sono quello che scelgono di diventare: che sia il malvagio antagonista o l’eroe della storia. Paolini considera anche la magia una scorciatoia che rende le cose più inverosimili e che fanno perdere il significato alla storia (infatti Eragon non ha poteri magici).

Inoltre Paolini ha dato dei consigli ai giovani scrittori e si afferma molto fortunato ad avere avuto successo da ragazzo (ha scritto Eragon a 15 anni), e ha dato proprio 5 regole da seguire per diventare uno scrittore di fama mondiale.

Noi chiudiamo riproponendovele qui sotto.

1. scrivete ogni giorno, anche nei weekend, anche il giorno del vostro compleanno, potete prendervi una pausa il giorno di Natale ma per il resto scrivete sempre senza aspettare l’ ispirazione, intanto scrivete;

2. imparate tutto sulla lingua. Più padronanza avete più riuscirete a esprimere meglio le vostre idee;

3. scrivete ciò che vi piace, non deve essere un peso. Scrivete ciò che volete, anche di tostapane parlanti, sicuramente in tutto il mondo ci sarà qualcuno a cui piacerà;

4. cercate di trovare qualcuno che legga quel che scrivete e vi dia consigli critici. Che sia un amico, un famigliare, un libraio; è come per i cantanti, magari pensano di essere intonati ma in realtà sbagliano qualche nota;

5. prima di scrivere qualcosa pensatelo e scrivetelo nella vostra mente. E divertitevi, non sempre è possibile ma cercate di farlo.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: