Sogno di una notte di mezza estate, la comicità della versione di Gioele Dix

di Gabriel Giannini

 

Amanti dell’opera Shakespeariana sveglia! Alcuni comici di Zelig sono in tour per l’Italia con la celebre commedia di Shakespeare “Sogno di una notte di mezza estate” in versione molto comica, per la regia di Gioele Dix.

La redazione di Flying l’ha vista per voi, a San Marino mercoledì 22 febbraio 2012. Ecco la recensione!

 

La storia in breve. Ermia è promessa sposa a Demetrio, ma il suo cuore appartiene al poeta Lisandro e i due innamorati decidono di fuggire. Ma Elena ama Demetrio e, gelosa, svela il piano di Ermia a Demetrio. E il mago dei folletti, Oberon, manda così il poco lucido folletto Puck a sistemare le cose…

Un suggestivo sottofondo musicale accompagna tutta l’opera. Nessuna orchestra, solo Ferruccio Spinetti, un virtuoso del contrabbasso che crea un’ atmosfera perfetta, legata all’incredibile voce di Petra Magoni (che interpreta anche un frizzantissimo Puck). I brani originali si mischiano a hit contemporanee come “I Will Survive” e all’allegra canzoncina di Puck, in una perfetta alchimia.

E’ una versione molto divertente della commedia del Bardo, adatta comunque anche ai ragazzi, visto il modo comico e leggero (ma anche un po’ drammatico, quando necessario) che non ti lascia smettere di sorridere. Nonostante tutto ciò, è molto fedele alla storia di Shakespeare, senza stravolgere nulla (a parte il modo di porsi), e il fatto che Gioele Dix, il regista, ha spostato un pezzo centrale all’inizio per rendere la storia più comprensibile.

Grande comicità e cultura esposta in modo molto divertente senza farla diventare una parodia. L’unico difetto è, forse, la lunghezza: quasi tre ore di spettacolo! Tutte necessarie però per l’intricata storia del Bardo, cui si aggiunge la parte finale comica inserita da Gioele Dix. Il peso delle ore di durata comunque non si sente, grazie alla bravura degli attori e al copione immediato e diretto.

Orsù dunque; chi dorme non piglia pesci! E se la nostra recensione per caso v’avesse offeso, fate finta che sia stato solo un sogno!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 
LA SCHEDA
 
Teatro Stabile di Verona
e Bananas s.r.l. presentano
“Sogno di una notte di mezza estate”
di William Shakespeare
traduzione e adattamento
Gioele Dix e Nicola Fano 
regia
Gioele Dix

 

con
Alessandro Betti Flute e Demetrio
Maria Di Biase Titania e Ippolita
Katia Follesa Quince ed Ermia
Maurizio Lastrico Snug e Lisandro
Corrado Nuzzo Oberon e Teseo
Marco Silvestri Bottom ed Egeo
Marta Zoboli Snout ed Elena 
e con
Petra Magoni Puck
Ferruccio Spinetti Il Contrabbassista
scene Francesca Pedrotti
trucchi e costumi Stefano Anselmo
disegno luci Enrico Berardi
musiche Petra Magoni e Ferruccio Spinetti
coreografie Marta Ottolenghi
aiuto regista Paola Degiuli
fonico Beppe Pellicciari
datore luci Carlo Signorini
responsabile tecnico Enrico Berardi
tecnico di scena Nicola Fasoli
sarta Marta Malatesta
realizzazione scena Giuseppe Finardi
assistente alla produzione Maurizio Raspante
ufficio stampa Isabella Pansera e Claudia Zambianchi
direttori organizzativi Monica Savaresi e Alessia Fasolo
Progetto di Paolo Valerio

http://www.teatrostabileverona.it/

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: