Lucca Comics&Games, luogo culto per manga, anime e videogames

Dal nostro inviato speciale Giacomo Pesaresi a Lucca Comics & Games. La Redazione di Flying.

Si è da poco concluso Lucca comics&games 2010, uno degli eventi più importanti in ambito italiano per quanto riguarda il panorama dei manga, degli anime, dei videogiochi e del fumetto in generale.

Per tutto il centro storico e non dell’omonima città diversi bianchi spazi svettavano dividendosi per argomenti, se così si possono definire. Il più grande tra questi era situato appena fuori le mura e proprio li si trovava la biglietteria dopo la quale si poteva entrare al coperto dove numerose bancarelle vendevano di tutto: da semplici portachiavi alle più definite delle action figures (riproduzioni in scala dei personaggi dei fumetti e videogiochi), dai peluche ai regolamenti per giochi di ruolo. Poi al centro, divise per sezioni, le varie zone per videogame dove sopra tutte svettavano gli stand Nintendo, Microsoft, Sony oltre alle zone per provare in anteprima alcuni videogiochi o semplicemente per far vedere la propria bravura come quelli di Starcraft II, il nuovo Dragoon Age e l’atteso Star Wars: il potere della forza II.

Oltre a poter provare tutto ciò ci si poteva sedere a dei tavoli e provare giochi di carte come Yu-Gi-Oh e Magic o dar prova della propria bravura o ancora scambiare semplicemente le proprie carte con chi si incontrava. Le zone dove provare giochi da tavolo erano tante quanti i giochi stessi: da semplici giochi da tavolo alla versione degli scacchi rivisitata, dai cosiddetti Wargames(una versione avanzata dei soldatini) a giochi del calibro di Dungeos&Dragon. Infine in mezzo a tutto questo travaglio vi era una piccolissima zona arredata con divani, cuscini a grandezza umana e quant’altro dove gli stanchi appassionati si potevano stendere per leggersi il frutto dei loro acquisti. All’interno delle mura invece i vari tendoni con fumetti di ogni genere erano divisi in base alla casa editrice e numerose sono state le anteprime, poi per chi volesse invece qualcosa di più vintage si poteva cerca in quei luoghi dove i vari negozi, ognuno coi propri prodotti, si raggruppavano. Poi il capannone denominato Cittadel, che sovrastava gli altri dall’altro era il punto di raduno per gli appassionati del GRV (se non sapete cosa è correte a leggervi il numero 2 di flying) qui era anche il luogo dove giravano più cosplayier. Su quest’ultima parola bisogna un po’ approfondire in quanto il cosplay è un hobby di molte persone che consiste nel vestirsi da personaggi di videogiochi, fumetti, manga e quant’altro imitando anche il loro modo di fare. A parte per il cattivo tempo ci sono state molte facce sorridenti, altre felici ma completamente esauste e altre deluse dalla fine dell’evento.

Ci si vede il prossimo anno a Lucca!

Giacomo Pesaresi

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: